IL TERRITORIO

QUANDO NASCONO I COLLI DEL BIO: LE QUATTRO PROVINCE SI PRESENTANO

 

Tutti per uno, uno per tutti: è questo il motto delle Quattro Province che fanno parte dei Colli del Bio. Si guardano in faccia e sorridono: ognuna di loro è consapevole del proprio patrimonio storico-paesaggistico, della ricchezza di peculiarità e di ricette straordinarie, tramandate di padre in figlio, di secolo in secolo. Dovete sapere che l’Alessandrino, il Pavese, il Piacentino e il Genovese non assumono – in tal senso – un nome ufficiale e non hanno neppure un confine preciso: il termine Quattro Province è stato coniato negli anni Settanta del Novecento e si riferisce alla convergenza sui monti che caratterizzano appunto le quattro province amministrative di Alessandria, Pavia, Piacenza e Genova. Ma la definizione in questione, peraltro adottata per indicare le tradizioni musicali della zona, ha – in realtà – un’unica paternità: il cucuzzolo di Montegioco, piccolo paese del Tortonese che si adagia sui colli alla sinistra del torrente Grue. Su quella sommità e nelle Quattro Province de I Colli del Bio si respira una lunga e rinomata storia culinaria, che affonda le sue radici nelle memorie rurali più schiette e naturali. Le materie prime di alta qualità, gli impasti, i microclimi - che “alimentano” i retrogusti di cibi e bevande -, gli allevamenti, i vigneti e le innumerevoli tipologie di vino, le colture di pianura e quelle di montagna si intrecciano tra di loro, generando un panorama enogastronomico irripetibile, che spazia dal nobile salame  ai funghi e ai tartufi  degli Appennini che delimitano e collegano le Quattro Province. Qui convivono “influenze organolettiche dell’entroterra” e “profumi provenienti dal mare”. Qui le specialità di ogni territorio sfociano in lavorazioni raffinate, traboccanti di semplici consigli o di elaborazioni leggendarie. Ogni prodotto di nicchia de I Colli del Bio ha una propria etichetta in lingua locale e le Quattro Province, pur segnate da confini geografici, in realtà sono unite da una esclusiva vocazione: quella vicinanza al mare che bacia il Genovese, ma di cui risentono anche l’Alessandrino, l’Oltrepò pavese e il Piacentino. E se a Genova gli influssi marini donano quel particolare profumo al pesto, la stessa aria nuocerebbe al salame e agli insaccati che invece, in terra lombarda o emiliana, risentono positivamente del “vento di mare” della Liguria. Lì vicino c’è la provincia di Alessandria, la “regina” dell’arte pasticcera  artigianale, capace di stupire ogni palato; poco più in là si trova l’Oltrepò pavese, luogo di vini pregiati e selezionati, mentre a Piacenza la famosa coppa non ha bisogno di presentazioni. E’ arrivato, dunque, il momento di “far parlare” i prodotti delle Quattro Province: ognuna di queste eccellenze provenienti da I Colli del Bio è espressione di quello che di più buono può arrivare oggi sulle vostre tavole.